Saturday, November 28

MARIO GIACOMELLI


"La vita è un esile spazio, il cielo è così vicino… tutto è fradicio qui, un filo di nebbia ci tiene uniti. La terra è un paravento, piccolo cimitero di clown, materia vuota e pagata. Dio non vorrei lamentarmi, tu forse non sai, quaggiù, ferendo e rimarginando, passano i giorni. Saresti stanco anche tu"

1 comment:

ferroviedellostato.reclami said...

http://www.flickr.com/photos/11948155@N02/4153217401/in/photostream/

se la fotografia ti ha messo sul pedalò verso la sabbia del rancore, questo è li